Fabrizio Sala

Vicepresidente Regione Lombardia

Una campagna elettorale è fatta di momenti intensi, veloci dove i pensieri del presente si rincorrono con quelli del futuro e tutte e due fanno i conti con i ricordi. Ecco, i ricordi. La mia biografia fatta di tanti piccoli pezzi che vanno a comporre nella memoria il puzzle della mia vita. Ed allora mi fermo un attimo mentre tutto attorno a me gira a ritmi da centrifuga e penso a quello che sono, ma soprattutto sono stato. Cerco di ridurre ai minimi termini l’equazione Fabrizio Sala. Che poi sono io.

Cerco e trovo le parole chiave quasi subito. Mio figlio, la mia compagna, amici, lavoro. Sì, perché se sono diventato quello che sono lo devo anche agli amici di un tempo e a quelli del presente. Dalle scampagnate all’oratorio al compagno di banco.

Dalle partite a pallone sui campetti spelacchiati alle sfide a briscola dove in palio c’era solo la nomea di campione. E poi su di corsa verso l’impegno per il lavoro cui mi sono dedicato da sempre senza aspettare.

Una concezione quasi calvinista del lavoro tipica della “gens brianzola” che ho visto negli occhi di mio padre e vedo tutti i giorni per le botteghe ed imprese della Brianza. Si. sono proprio orgoglioso di essere nato qui.

Come lo sono di lui. Di Federico, mio figlio…

La mia storia

Attualmente Vicepresidente della Regione Lombardia, sono nato a Milano nel 1971.
Coordinatore Provinciale di Forza Italia Monza e Brianza.