Lombardia è Ricerca e Innovazione, a testimoniarlo l’Ambasciatore per la Ricerca Gerry Scotti.

Due le sorprese che sono state realizzate fino ad ora: ai ragazzi dell’Istituto Manzoni di Castellanza e all’Associazione Vola con Martin Oltre il 21.

Quello dei ragazzi dell’Istituto Manzoni è un percorso iniziato tre anni fa quando gli studenti Antonio Fiamingo, Federico Foà, Ludovica Forloni, Ludovica Galuppi, Ayush Kumar e Giulia Spanò, guidati dalla loro professoressa Emanuela Da Ronch, si affacciano a soli 11 anni al mondo della robotica educativa e creativa. Così è ufficialmente nata la loro squadra “Tecno Team – TT” che ha realizzato “Tino” e “Tina”, due cestini robot costruiti con materiali di recupero in grado di dialogare con attori umani sul tema della promozione della raccolta differenziata della carta. Poi la vittoria alla competizione italiana Robocup Junior nell’aprile 2019, lavorando sodo in orario extracurricolare per portare a termine il progetto. Quindi la possibilità di partecipare alla finale mondiale del campionato Robocup in Australia e subito l’avvio di una raccolta fondi tra cittadini, enti e associazioni del territorio, per permettere ai ragazzi di realizzare il loro sogno. Una storia educativa importante che ha catturato l’attenzione del nostro ambasciatore della ricerca Gerry Scotti il quale ha deciso di complimentarsi di persona con i ragazzi facendogli una sorpresa a scuola e supportando l’impresa anche con un contributo personale di 5 mila euro che, in aggiunta alla raccolta fondi, ha permesso loro di confermare definitivamente la partenza per l’Australia. Le idee e i progetti dei nostri studenti rappresentano il futuro, sostenerli è il nostro principale obiettivo. Abbiamo voluto investire Gerry Scotti del ruolo di Ambasciatore della Ricerca di Regione Lombardia proprio per accendere i riflettori sui settori di Ricerca e Innovazione, fondamentali per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio. Un impegno, per cui lo ringrazio, che proseguirà anche nell’immediato futuro promuovendo nuove idee, scoperte e progetti di valore come questo. La seconda sorpresa, invece, si è svolta a Mandello del Lario da Vola con Martin Oltre il 21. Il viaggio di “Vola con Martin oltre il 21” inizia nel 2018, quando Davide e Ombretta Orio decidono di dare vita al loro sogno: promuovere la ricerca scientifica per migliorare la qualità della vita dei bambini con Sindrome di Down come loro figlio Martin, che oggi ha due anni. Una volontà che nasce dalla convinzione che la ricerca possa essere decisiva per identificare cure innovative per favorire una maggior autonomia dei bambini con trisomia 21. Poi, la svolta. Vengono a conoscenza del progetto “Genoma 21” che subito supportano attivamente. La ricerca, guidata dal Professore Pierluigi Strippoli e dalla Dottoressa Lorenza Vitale, docenti di Biologia Applicata presso l’Università di Bologna, consiste in una integrazione di dati clinici, biochimici, genetici e bioinformatici per identificare nuove possibilità di cura per la disabilità intellettiva associata alla Sindrome di Down. Tra le finalità di “Vola con Martin oltre il 21” compare proprio quella di divulgare l’importanza di ricerche scientifiche come questa affinchè non si interrompano. Nell’ottica di questa missione Gerry Scotti ha raggiunto Davide e Ombretta nella loro casa facendo una sorpresa al piccolo Martin e a tutti gli amici e sostenitori dell’associazione. Anche in questo caso, a supporto della loro causa, ha deciso di dare un suo personale contributo di 5 mila euro.