L’area metropolitana di Isfahan conta oltre 5 milioni di abitanti, con 150 universita’, tre parchi tecnologici e un notevole tessuto industriale. Siamo qui per aprire un ponte con questa citta’ che rappresenta pienament lo sviluppo economico e le prospettive di questo Paese.

Abbiamo avviato le discussioni per siglare un protocollo d’intesa con la Camera di commercio di Isfahan, con cui individueremo i settori piu’ importanti per una collaborazione. La Camera di commercio di Isfahan ci inviera’ un documento con 142 progetti. La nostra e’ una missione economica e numerosissime sono state le imprese che hanno aderito a dimostrazione di un interesse fortissimo per questo Paese.

Abbiamo in Lombardia 13 Universita’, tra pubbliche e private, e il maggior numero di sedi di multinazionali in Europa per l’eccellenza del nostro capitale umano e proprio per questi motivi siamo qui in Iran anche per promuovere gli scambi culturali e nel settore della formazione.

E’ stato scelto questo Paese perche’ abbiamo chiesto alle nostre pmi quante volevano rafforzare i rapporti con l’Iran e la risposta e’ stata incredibilmente positiva.

Abbiamo intenzione di realizzare un desk in Iran, un’interfaccia che permetta alle imprese lombarde di avere un punto fisso di riferimento in questo Paese.
Nei prossimi anni l’Iran potrebbe diventare la quarta o quinta potenza economica globale. E la Lombardia è qui per mettere le basi utili a cogliere questa opportunita’.