Si avvicina la rinascita per il quartiere Lorenteggio!

L’attuazione del progetto di riqualificazione sociale ed urbanistico edilizia del quartiere Lorenteggio, fortemente voluta da Regione Lombardia e Comune di Milano, dimostra tutta la tensione posta al tema delle periferie. Regione Lombardia, unica tra le Regioni italiane ed europee, ha proposto la rigenerazione urbana quale priorità della programmazione delle risorse messe a disposizione dalla Comunità Europea per il settennio 2014-2020, il Comune ha integrato il progetto con investimenti infrastrutturali e nell’area dei servizi alla persona e al quartiere.

Per rispettare gli impegni assunti nei confronti della Comunità Europea, Regione Lombardia, cui competono le attività fondamentali di progettazione e realizzazione degli interventi edilizi delle case popolari del quartiere,  sottolinea di aver attivato entro la pausa estiva tutte le gare necessarie, ivi comprese le opere di ristrutturazione necessarie ad assicurare la mobilità delle famiglie, operazione preliminare all’intera riqualificazione. L’attenzione di Regione Lombardia non si è soffermata solo a garantire “l’operatività “ delle gare: nel corso degli approfondimenti in fase progettuale particolare considerazione è stata posta alla realizzazione di un intervento “di qualità” e, proprio nel corso della riunione, sono state presentate le rappresentazioni grafiche della nuova “porta di ingresso” al quartiere relativa a via Lorenteggio 181, che hanno già visto un passaggio presso la Commissione paesaggio del Comune lo scorso 8 settembre con esito positivo.

Il passaggio fondamentale dell’incontro si è concentrato sulla scelta degli ambiti residenziali su cui si concentrerà l’operazione, proprio per consentire ai progettisti, che attraverso le gare si stanno individuando, di partire immediatamente dopo l’affidamento dell’incarico. Parallelamente sono state approvate le linee guida per individuare il riconoscimento economico, a valere sulle risorse di Regione Lombardia, che sarà attribuito ai proprietari i cui alloggi sono compresi negli edifici di intervento.

Grande attenzione sarà posta ad individuare con ogni singolo residente, sia esso locatario che proprietario, la soluzione più aderente e soddisfacente alle singole esigenze, grazie anche al supporto di Aler. Solo una forte condivisione con il territorio consentirà di condurre un’operazione complessa come questa che richiede una altrettanto forte unità di intenti istituzionali e delle strutture tecnico-operative coinvolte.