Con il presidente di Federcasa Luca Talluri, il presidente di Aler Milano Angelo Sala e il presidente del comitato “Salomone rinasce” Oscar Strano, durante un sopralluogo nelle Case Bianche di via Salomone.

Sul tema casa la novità è che le istituzioni, dalla Conferenza Stato-Regioni, al governo, ai ministeri coinvolti, lavorano insieme per trovare soluzioni concrete. Da parte nostra, Regione Lombardia ha varato una nuova legge chiamandola ‘di riforma dei servizi abitativi’, interpretando e traducendo in norma la richiesta di ‘socialità’ che proviene dal sistema.

Durante l’incontro sono emerse le criticità di un quartiere e di modalità urbanistiche e di edificazione che, di fatto, hanno reso ancora più fragili le persone che, alcuni decenni fa, sono andate ad abitare in quelle case popolari e non hanno trovato un’adeguata rete sociale in grado di accogliere i loro bisogni. Nel periodo più recente l’inversione di tendenza, con l’attività di associazioni, della parrocchia e degli amministratori locali che vogliono fare di via Salomone un laboratorio di idee sulla socialità.

Per questo è stata proposta l’istituzione di un ‘gruppo di lavoro’ , coordinato da Federcasa, che possa condividere e mettere a sistema le migliori esperienze a livello nazionale.

I regolamenti relativi alla legge regionale di riforma dei servizi abitativi che saranno emanati in giugno daranno spazio al mix sociale, alle categorie che riteniamo meritevoli di assegnazioni: verranno fatte direttamente dai gestori o dai proprietari degli immobili su piattaforma informatica, con la massima trasparenza. Il nuovo regolamento partirà dal prossimo anno ma ci saranno zone in cui sperimenteremo il nuovo sistema.

Anche in questa occasione abbiamo ribadito che la vera criticità è rappresentata dalla presenza della criminalità organizzata nella gestione delle occupazioni.